Home » Benessere » Il mondo non mi piace: posso cambiarlo?

Il mondo non mi piace: posso cambiarlo?

Il mondo non mi piace: posso cambiarlo? - Dottore, mi ascolti!

È possibile cambiare il mondo? Fondamentalmente sì. Ecco come.

Il periodo in cui stiamo vivendo non può essere considerato “un momento felice”. Eppure, guardando la storia, è difficile identificare un periodo felice. Guerre, epidemie, paure, hanno sempre fatto parte della storia dell’umanità. Ciò che oggi ci contraddistingue è probabilmente, seconde me, la sensazione di retrocedere, e la perdita di speranza. È una sensazione: il mondo va comunque in avanti e i nostri posteri definiranno il nostro secolo come “il passato”.

Ciò non toglie che l’infelicità sia quasi palpabile.

Ed ecco allora la domanda. Posso cambiare il mondo?

E la mia risposta è sì.

Esistono due modi per farlo, e sono sinergici tra loro.

  • Il primo è guardare il mondo con occhi diversi: cambiare prospettiva. Nessuno di noi può davvero vedere “la realtà”: ciò che vediamo, percepiamo e comprendiamo è sempre e comunque mediato da noi stessi, dalle nostre esperienze, dal nostro punto di vista.

Quindi se impariamo a godere delle piccole cose, a riconoscere ciò che abbiamo, apportiamo una sostanziale variazione al nostro mondo, cambiando il modo di vederlo. È stato recentemente dimostrato da uno studio scientifico rigoroso che le persone che si sono sottoposte ad un trattamento con il botulino per eliminare le rughe sono più soggette alla depressione. Il meccanismo è semplice: il trattamento con botulino blocca i muscoli che causano le rughe di espressione, e tra questi i muscoli essenziali per sorridere. Non potendo più fare ampi sorrisi, le persone diventano più infelici e depresse. È, dunque, ovvio che aumentando la dose, e l’ampiezza, dei nostri sorrisi diventiamo più felici. Provare per credere!

C’è anche un altro metodo per cambiare il mondo.

  • Irradiare benessere.

È ormai dimostrato che tutto e tutti siamo collegati. Quindi se ciascuno di noi acquisisce benessere interiore, e lo trasmette, lo irradia, possiamo davvero cambiare il mondo. Certo: sarà un mondo più felice e più sereno. Forse non sarà un mondo con gli indici di borsa positivi. Ma a me non importa!