Dottore, mi ascolti! Salute, comunicazione e benessere
Home » 4 Passi in galleria » Il mio nuovo mondo » Intanto che ricostruisci il mondo

Il mio nuovo mondo

Intanto che ricostruisci il mondo

Intanto che ricostruisci il mondo - Dottore, mi ascolti!

Si può ricostruire il mondo andato in frantumi con la diagnosi, e renderlo più bello e funzionale di quello vecchio

Il mio mondo è in frantumi: una delle frasi più frequenti pronunciate da ogni persona che riceve una diagnosi antipatica. Il mondo si può ricostruire, più bello e funzionale di prima, ma oggi vediamo cosa fare da subito, intanto che procede la ricostruzione.

Serve, urge, un angolino di ben-essere. È dimostrato come e quanto l’ambiente influisca sullo stato d’animo e sulla qualità e rapidità della convalescenza: ci sono ampi studi in proposito.

Molti ospedali, una volta, erano costruiti con piccole palazzine e tanto spazio verde: fuori dalla finestra si vedevano alberi e giardini. Poi sono arrivati gli ospedali a corpo unico, grandi palazzi su più piani, asettici, anonimi, freddi.

Ora si sta cominciando a colorare gli ospedali, a dipingere le pareti con grandi murales, belli, colorati, che aprono il cuore.

E il singolo cosa può fare?

In casa è opportuno crearsi un angolo di ben-essere, con i colori più amati, tessuti morbidi e gradevoli, profumi, musica. È tutto dimostrato: cromoterapia, aromaterapia, musicoterapia: tutto ciò che fa bene ai nostri cinque sensi migliora lo stato d’animo e rafforza il fisico.

Per chi deve stare in ospedale è un po’ più complesso, ma con un pizzico di fantasia si trovano soluzioni. Basta volerlo.

E poi c’è sempre la visualizzazione, un luogo perfetto, virtuale, in cui rifugiarsi: oggi ci sono anche giochi on line in cui possiamo costruire la nostra casa, o arredare la nostra stanza.

Lo so, sembrano piccole cose, all’inizio magari si è anche scettici, eppure basta sperimentare per scoprire che quelli che appaiono particolari insignificanti possono davvero fare la differenza.