Home » Salute e Comunicazione » Nuove definizioni di benessere

Nuove definizioni di benessere

Nuove definizioni di benessere - Dottore, mi ascolti!

Il benessere, lo star bene, è uno stato soggettivo, ma forse oggi ci sono altri elementi che possono aiutare a definirlo e raggiungerlo

Ci sembra ovvio, ciascuno di noi ha una particolare definizione e una speciale sensazione di benessere, che ovviamente non riguarda la salute in senso stretto. Si possono avere malattie, anche gravi, ed essere comunque in uno stato di benessere o ritrovarsi in piena salute, in stretto senso medico, ed essere affetti da una qualsivoglia forma di malessere.

Certo, la definizione ufficiale dell’OMS (che risale a diverse decenni fa) intende la salute come un totale stato di benessere fisico e psicofisico, ma noi conosciamo la nostra realtà quotidiana e ci accontentiamo di molto meno.

Nell’accezione comune del termine, benessere equivale spesso alla serenità, ma anche in questo caso si tratta di sensazioni estremamente soggettive.

Ci sono possibilità di definire il benessere in maniera più imparziale e completa?

In realtà sì.

Dal punto di vista fisiologico siamo in condizioni di serenità e benessere almeno in due diversi momenti, che talvolta coincidono:

  • quando il nostro cervello lavora con onde alpha
  • quando cuore, cervello e testa sono in fase

Entrambe questi momenti sono misurabili e visualizzabili: esiste anche un piccolo strumento per valutare se siamo in fase, e quanto.

Ovvio, gli strumenti misurano, ma a noi rimane la sensazione di assoluto benessere e, una volta imparato a riconoscerla, siamo anche in grado di perseguirla e ricrearla.

E il bello è che a questo benessere si associa (o il benessere si manifesta con) maggiore creatività, capacità di problem solving, coraggio, emozioni positive …

Come possiamo ottenere questi risultati?

Lo stato alpha è una forma di leggera meditazione, quindi si impara con l’esercizio.

La sintonia testa – cuore – cervello è in realtà la piena armonia e concordanza tra i nostri tre cervelli, o se preferite un termine più tecnico, reti neurali. Anche questa si impara, si attiva con esercizi.

Quindi … un po’ di buona volontà, pazienza e esercizio, e il benessere può davvero diventare un compagno di vita.