Home » Di tutto un po' » Scienza e conoscenza … trionfi e trionfalismi

Scienza e conoscenza … trionfi e trionfalismi

Scienza e conoscenza … trionfi e trionfalismi - Dottore, mi ascolti!

Negli ultimi anni sono state fatte molte scoperte scientifiche nel campo della neurofisiologia e oggi si sa molto di più sul funzionamento del nostro cervello.

Le scoperte recenti fatte sul cervello umano sono davvero straordinarie. Molte espandono o avvallano conoscenze empiriche, tecniche applicabili nel quotidiano.

Ci sono libri bellissimi da leggere, molti dei quali scritti a scopo divulgativo, ci sono tesi affascinanti e scoperte rivoluzionarie in ambito prettamente medico. Legate ad esse, o sostenute da esse, ci sono tecniche per il miglioramento della qualità di vita.

È facile trovare spiegazioni neurologiche al di fuori dell’ambito prettamente scientifico, e molte sono decisamente ben documentate. E che dire di tutte le nuove, rivoluzionarie, tecniche che vengono presentate, promosse o raccomandate?

Ne conosco alcune, ne ho sperimentate personalmente. Ho letto su molte di queste. Non trovo nulla da eccepire: per quanto ne so sono efficaci, funzionano, hanno basi solide.

E allora? Qual è il problema? Ovviamente il mio problema, le mie remore.

Forse un leggero snobismo, forse la mia inadeguatezza verso il mondo di oggi dove tutto è visibilità, promozione, grandi promesse.

Sì, questa idea di rivoluzionare il proprio essere, trovare soluzioni, cambiare se stessi in pochi istanti con una tecnica mi disturba un po’. Ripeto, non perché non sia possibile, non perché queste tecniche non funzionino, ma semplicemente perché l’idea di trattare se stessi come bottoni da spingere mi disturba un po’. E mi disturbano tutte le promesse altisonanti sbandierate che inducono molti a cercare soluzioni esterne per le loro difficoltà, affidandosi a guru (molti dei quali, tra l’altro, sono ottimi professionisti e non desiderano essere guru).

Ecco … molte delle tecniche efficaci sono facili da utilizzare, ma meglio bandire la faciloneria quando si parla di qualità di vita. Facile, utile, efficace è ben diverso da incostante, superficiale, fatuo.